spin

Data

31 ottobre / 1 novembre 2015

Location

Stazione Leopolda, Firenze

Ingresso

Gratuito

Riesci a immaginare la tua città tra 100 anni? / Festival dell'Energia e del Design

Ogni giorno, ogni secondo che passa, la necessità di ridurre il nostro impatto sul pianeta e di ridare spazio alla natura diventa più urgente. E si fa sempre più difficile la sfida per città come Firenze, proiettate nella modernità ma intrappolate nella Storia.

Bella è bella, Firenze.
Ma pulita? Efficiente? Vivibile?

Sappiamo di dover costruire un nuovo modello, che valorizzi la bellezza rispettando il territorio. Impianti di riscaldamento e di raffreddamento ad alta efficienza energetica; fonti di energia pulita e rinnovabile; riduzione delle emissioni nell’atmosfera; utilizzo consapevole delle risorse idriche e contenimento del dissesto idrogeologico; sistemi di trasporto non inquinanti; riqualificazione degli edifici e decementificazione; ampliamento e riqualificazione delle aree verdi: sono elementi indispensabili per costruire una città pulita, efficiente, vivibile. Ma devono essere anche belli.

La sfida che ci attende, cittadini e produttori, inventori e architetti, è quella di promuovere un nuovo modello di sviluppo del nostro spazio di vita. A partire dalle nostre case, dove impianti tecnologicamente avanzati e design diventano una cosa sola; dove comfort non è più sinonimo di impatto sull’ambiente; dove prodotti e servizi destinati al nostro benessere sono in perfetta armonia col paesaggio naturale e architettonico.

SCOPRI IL FED
Don Chisciotte

Immaginiamo insieme la nostra città tra 100 anni. / Festival dell'Energia e del Design

SPONSOR / I nostri partner ed espositori

Con il patrocinio di / enti e istituzioni

Media partner / web, radio & press

HIGHLIGHTS / Gli appuntamenti più interessanti del FED

Registrati / iscriviti alla mailing list

registing

NewsFED / Il blog dell'Energia e del Design

Contattaci / scrivi al FED

Stazione Leopolda

Viale Fratelli Rosselli, 5
50144 Firenze

info@fedfirenze.it

Come arrivarci